iten

Proger responsabile del Project e Construction Management del progetto “Polis – Casa dei servizi digitali” di Poste Italiane

Proger, in raggruppamento con PWC e Alcotec, è responsabile del Project Management e Construction Management del progetto “Polis – Casa dei servizi digitali” di Poste Italiane, presentato a Roma lunedì 30 gennaio alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del Presidente del Consiglio Giorgia Meloni e dei sindaci dei comuni coinvolti.

Il programma, del valore di oltre 1 miliardo di euro, prevede diverse linee di intervento. La prima riguarda la creazione di “sportelli unici” nei comuni con popolazione inferiore a 15.000 abitanti, che facilitino l’accesso dei cittadini residenti ai servizi della Pubblica Amministrazione in modalità digitale, e comporta la trasformazione di 7.000 uffici postali per dotarli di una infrastruttura digitale e tecnologica all’avanguardia. La seconda linea d’intervento, “Spazi per l’Italia”, prevede la realizzazione di una rete nazionale digitalmente interconnessa formata da 250 spazi per il co-working, la formazione e l’erogazione di servizi avanzati per professionisti, imprese, da realizzarsi attraverso la trasformazione di edifici direzionali e di grandi uffici postali.

La durata prevista delle attività di Project e Construction Management è di 48 mesi, per un importo dei servizi a base di gara di 6,2 milioni di euro, con la finalità di supportare la gestione integrata delle iniziative per garantire la congruità tecnica, economica e temporale della realizzazione dei lavori in relazione agli obiettivi strategici prefissati. Nel dettaglio il raggruppamento guidato da Proger è responsabile dell’assistenza e del supporto a Poste Italiane per la pianificazione, gestione e controllo dei progetti “Sportello unico” e “Spazi per l’Italia” e dei conseguenti lavori immobiliari.

Dal punto di vista organizzativo il progetto verrà suddiviso in 6 macroaree geografiche con due strutture tecniche di Project Management Office (PMO), una centralizzata di governance tecnica ed una per il coordinamento delle unità locali del cliente.” illustra Jacopo Benedetti, responsabile di Proger del progetto, che prosegue: “Metteremo a disposizione di Poste un team di esperti a livello nazionale ed internazionale nel Program Management e Construction Management, con una spiccata competenza tecnica nella gestione del processo di realizzazione di lavori edili e impiantistici all’interno di programmi complessi, standardizzati e distribuiti in maniera capillare sul territorio.

In Arabia Saudita Proger può vantare un’esperienza pluriennale come responsabile del Program Management di KAP 3 e KAP 4, programmi ministeriali da 6 miliardi di euro riguardanti la realizzazione di centinaia di uffici e presidi del Ministero degli Interni su tutto il territorio saudita. Attualmente Proger  è responsabile del Program Management Office di Riyadh Art, programma pluriennale del valore di oltre 1,5 miliardi di euro, che mira a trasformare la capitale saudita in una galleria d’arte a cielo aperto, con l’installazione di oltre 1.000 opere d’arte, rendendola una meta turistica e culturale di livello internazionale.

Siamo orgogliosi di far parte di Polis, un programma ambizioso di sviluppo dei servizi digitali del nostro paese, che interessa milioni di persone.” commenta l’AD di Proger Marco Lombardi, “Sappiamo che rappresenterà una vera sfida per tutti gli attori coinvolti, ma, grazie alle nostre professionalità, al bagaglio di esperienza che abbiamo acquisito e ai nostri Partners, siamo convinti di riuscire a fornire tutto il supporto necessario a Poste Italiane per vincerla, rispettando i vincoli e centrando tutti gli obiettivi.”